Dopo tanto aver sentito parlare della questione cementificazione a Collina Fleming, l’Associazione Collina Fleming, ha voluto capire e approfondire la questione ed ora siamo qui a descrivervi la reale situazione dell’area verde sita tra la fine di via Roccaporena e la fine di via Città di Castello.

Via Citta di Castello

In proposito si sono, dette molte cose, si è parlato di distruzione dell’ultima area verde della collina Fleming, cementificazione selvaggia e quant’altro.

Il verde non fruibile

Considerando che la suddetta area non è mai stata e non è attualmente fruibile da parte dei cittadini, sia perché area privata sia perché zona totalmente lasciata all’abbandono (nell’area in oggetto si è provveduto da parte della Polizia Municipale coordinata dal Municipio e con l’ausilio della stessa proprietà dell’area ad effettuare uno sgombero di insediamenti abusivi) possiamo oggi finalmente esporvi quanto accaduto e,  principalmente, quanto accadrà.

L’area è privata

L’area in oggetto, innanzitutto, è stata ceduta a privati a seguito della compensazione del parco dell’Insugherata “F1 Montearsiccio” sulla base di un accordo di programma art.34 decreto legge 18/08/2000 n. 267. Il Consiglio Comunale con Delibera n. 46 del 27 marzo 2003 ha adottato il Programma Urbanistico “Collina Fleming” che è stato poi definitivamente approvato con D.C.C. n. 18 del 12/02/2008 (approvazione nuovo P.R.G.).

Pertanto bisogna evidenziare come l’attuale amministrazione abbia solo ereditato tale situazione, impossibile da cancellare o sovvertire perché già definitivamente approvata (in questi casi se l’amministrazione non procedesse a rispettare la convenzione stipulata e si opponesse risulterebbe parte inadempiente e andrebbe incontro ad un ingente risarcimento economico).

Il confronto con le Istituzioni

Detto ciò, l’amministrazione, soprattutto a livello municipale nella persona del presidente Gianni Giacomini e del Consigliere Cristiano Pasero, congiuntamente all’Associazione Collina Fleming, rappresentati dal presidente Pablo Todisco e dal vice presidente Fabio Galdino, si sono confrontati con i soggetti proprietari dell’area al fine di far rispettare le esigenze di vivibilità del quartiere affrontando gli eventuali problemi legati al nuovo insediamento urbanistico.

Nei numerosi incontri, l’Associazione congiuntamente con i sopra citati rappresentanti del XX Municipio (Giacomini/Pasero) hanno sostenuto l’esigenza di far realizzare nell’area destinata ai servizi pubblici un asilo comunale, utile e pratico per la cittadinanza tutta.

Il progetto

Come sarà sotto esposto il progetto prevederà la realizzazione di un grande spazio adibito al verde pubblico attrezzato e di un’area adibita a parcheggio di circa 50 posti auto interrati pubblici. Sulla scorta di quanto detto l’intervento, secondo gli elaborati tecnici del progetto definitivo, prevede la cessione al Comune di Roma delle seguenti aree:

  1. Aree per verde pubblico mq. 4 170
  2. Aree per servizi pubblici mq. 2.563
  3. Aree per parcheggi pubblici mq. 1.400
  4. Aree per viabilità pubblica mq. 1.792

Per una superficie complessiva mq. 9.925.Progetto Urbanizzazione Via Citta di Castello a Collina Fleming

Scarica il Progetto Urbanizzazione Città di Castello Fleming in formato PDF.

E’ prevista un ulteriore cessione di aree esterne al perimetro d’intervento per adeguamento della viabilità pubblica di mq. 823

Detto ciò la nostra Associazione con l’ausilio del XX Municipio si impegna, nel limite delle sue possibilità, a vegliare su gli eventi, su i problemi attuali e futuri che nasceranno nel quartiere al fine di tutelare tutti i suoi abitanti e i loro fruitori.

Il Presidente
Pablo TODISCO

Il vice Presidente
Fabio GALDINO